Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca

accordo di rete

ACCORDO DI RETE

per l’inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

 accordo

 

I Dirigenti Scolastici delle Istituzioni Scolastiche sopraelencate facenti parte dell’Ambito Territoriale BN04

 

PREMESSO CHE

 

L’inserimento e l’inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali costituisce un impegno fondamentale della scuola la quale, attraverso la valorizzazione delle diversità e il riconoscimento delle potenzialità, realizza appieno il diritto all’apprendimento di ciascuno allievo;

L’accordo di rete è un elemento tra i più qualificanti delle innovazioni introdotte con l’autonomia delle istituzioni scolastiche ed è uno strumento in grado di realizzare un modello organizzativo orizzontale di gestione della scuola in cui assumono un ruolo centrale i sistemi territoriali.

Tali sistemi, realizzando sinergie e connessioni tra più soggetti disposti a collaborare alla definizione ed alla gestione dell’offerta formativa e dei servizi, sono i più adatti a rispondere in forma flessibile alle diverse esigenze dell’utenza.

 

PRESO ATTO

 

della volontà delle scuole interessate

di dotarsi di strumenti di programmazione e di organizzazione dei servizi che consentano di sostenere il percorso di inclusione scolastica e sociale degli alunni con Bisogni Educativi Speciali (B.E.S.)

degli obblighi della Scuola sede del CTI che sono:

  • individuare e nominare il docente referente del CTI;
  • sottoscrivere accordi in rete fra le scuole afferenti al CTI per ambito territoriale;
  • favorire il coordinamento sul territorio e la collaborazione fra le scuole in rete per l’ottimizzazione delle procedure di intervento nella gestione dell’integrazione scolastica e sociale;
  • proporre e coordinare l’elaborazione e la realizzazione di progetti didattici specifici;
  • garantire locali idonei per lo svolgimento delle attività del CTI (centro documentazione e consulenza);

che i compiti della docente referente sono:

  • tenere contatti con i referenti delle altre scuole;
  • favorire il coordinamento sul territorio;
  • costruire/raccogliere e divulgare buone pratiche didattiche;
  • fornire consulenza per le situazioni di necessità

che le scuole interessate:

  • concorrono alla funzionalità del C.T.I. in termini di efficacia, efficienza ed economicità
  • si impegnano, a documentare le Buone Prassi di inclusione scolastica per la costituzione di un archivio digitale visionabile sul sito del CTI e del CTS
  • si impegnano a mettere a disposizione delle scuole della rete le risorse umane e strumentali finalizzate alla condivisione di buone pratiche, che potrà realizzarsi anche attraverso il tutoraggio da parte di docenti esperti nei confronti dei colleghi, nell’ottica della circolarità della formazione/informazione
  • si impegnano ad operare in una logica di continuità nel passaggio degli alunni tra i diversi ordini di scuola

CONCORDANO

 

di sottoscrivere il seguente accordo di rete per consentire un utilizzo razionale delle risorse sia strumentali sia professionali disponibili

 

Art. 1 -  Finalità dell’accordo

Le scuole della rete si impegnano a collaborare, nell’ambito delle risorse attivabili e delle compatibilità sostenibili per:

  • Divulgare all’interno della propria istituzione il progetto del CTI ed il presente accordo;
  • Facilitare lo sviluppo di un dialogo e un confronto continui e significativi tra le Istituzioni scolastiche in rete;
  • Coordinare i servizi per l’inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali frequentanti le scuole del territorio;
  • Organizzare gruppi di lavoro e di ricerca/azione interistituzionali per la individuazione e l’adozione di protocolli operativi integrati finalizzati al miglior raggiungimento degli obiettivi;
  • Realizzare un sistema condiviso di monitoraggio e valutazione partecipata sul livello di qualità di attuazione dell’inclusione scolastica e sociale;
  • Curare, censire e diffondere la documentazione prodotta.

Art. 2 - Organizzazione

Il Convitto Nazionale “Pietro Giannone” di Benevento in cui è confluito l’ex Istituto Comprensivo S. Filippo  individuato con Decreto del Direttore Generale USR Campania n. AOODRCA 9728/U del 5/12/2013 quale sede di CTI, assume il ruolo di Scuola capofila del presente Accordo di Rete.

 

Il Dirigente Scolastico del Convitto Nazionale “Pietro Giannone” di Benevento assume il ruolo di Dirigente del CTI di Benevento ed è il referente provinciale e regionale per gli aspetti operativi e di funzionamento del CTI.

 

Il Gruppo Direttivo è costituito dai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni Scolastiche firmatarie del presente accordo, dal DSGA della scuola capofila, dal docente referente del CTI e dal docente designato dal gruppo di progetto; è presieduto e convocato dal Dirigente del CTI, funge da segretario il docente referente.

Il Gruppo Direttivo svolge le seguenti funzioni:

  1. Indirizzare le scelte e orientarle
  2. Promuovere e gestire i rapporti istituzionali e interistituzionali
  3. Svolgere funzioni di gestione finanziaria e di monitoraggio
  4. Verificare e valutare i risultati dell’attività svolta dalla rete

 

Il Gruppo di Progetto è costituito dal Dirigente Scolastico della Scuola capofila, dal docente referente del CTI del Convitto Nazionale “Pietro Giannone” di Benevento e dai docenti referenti per l’Inclusione degli Istituti in rete. E' presieduto dal Dirigente del CTI o da docente delegato.

Il Gruppo di Progetto svolge le seguenti funzioni:

  1. Progettazione e realizzazione attività stabilite dal Gruppo Direttivo
  2. Avanzamento di proposte al Gruppo Direttivo
  3. Consultazione su iniziative da intraprendere
  4. Scambio di pratiche e competenze professionali
  5. Raccordo con le realtà scolastiche ed extrascolastiche
  6. Espressione delle esigenze delle scuole.

 

Art. 3 - Attività

  • Favorire la collaborazione tra gruppi di docenti, a livello di rete, per la realizzazione del progetto (Gruppo di lavoro– stesura di verbali - lavoro di gruppo – autoaggiornamento - aggiornamento sito...)
  • Promuovere il confronto per la condivisione di documenti comuni relativamente all’accoglienza /inclusione degli alunni (testare i materiali e documenti prodotti al fine di apporre variazioni e tararli sulle diverse realtà scolastiche)
  • Censire e confrontare le strategie di inclusione esistenti sul territorio
  • Realizzare iniziative per la divulgazione delle stesse
  • Costruire percorsi didattici e/o micro-curricoli per l’insegnamento/apprendimento
  • Promuovere incontri e percorsi di formazione che rispondano alle effettive esigenze dei docenti di ogni grado e ordine di scuola
  • Promuovere confronti e attività di ricerca-azione sulle buone pratiche dell’integrazione.
  • Gestire i prestiti e gli scambi di attrezzature
  • Attivare uno sportello di consulenza per genitori e operatori scolastici
  • Tenere rapporti con il CTS e gli altri CTI

Art. 4 – Risultati attesi sul medio periodo

  • Realizzare un centro di documentazione delle buone prassi
  • Realizzare una mappatura del territorio in riferimento alla presenza ed alla tipologia  degli alunni con Bisogni Educativi Speciali frequentanti le istituzioni scolastiche afferenti alla rete
  • Costruire strumenti capaci di valorizzare le esperienze trasformandole in procedure istituzionali stabili
  • Rilevare e valutare i risultati conseguiti attraverso la sperimentazione delle procedure e dei modelli anche nella prospettiva del miglioramento della funzionalità della rete.

Art. 5 – Risultati attesi sul lungo periodo

Progressiva diffusione di una cultura dell’inclusione da rilevare attraverso indicatori quali:

  • percentuale di istituzioni scolastiche che adottano i protocolli operativi integrati individuati
  • percentuale di istituzioni scolastiche che adottano le procedure individuate come buone prassi
  • percentuale di operatori frequentanti i corsi di formazione

Progressivo aumento della qualità dell’inclusione scolastica e sociale da rilevare attraverso indicatori quali l’aumento della percezione della qualità del processo di inclusione.

Configurazione del CTI come luogo di lettura dei bisogni, di progettazione, di concertazione, di attivazione e di governo delle iniziative di inclusione scolastica nonché di raccolta e diffusione della documentazione da rilevare attraverso indicatori quali:

  • aumento progressivo dei contatti tra le istituzioni scolastiche afferenti alla rete
  • aumento progressivo delle richieste di consulenza da parte delle scuole.

Art. 6 – Risorse

Per le attività oggetto del presente accordo le Istituzioni Scolastiche afferenti alla Rete mettono a disposizione le risorse umane e/o  materiali necessarie al raggiungimento degli obiettivi individuati.

Per le risorse finanziarie si fa riferimento al  CTS con particolare riferimento al D.D. del 5.12.17 n.1352in merito all’ erogazione dei finanziamenti finalizzati all’acquisto di sussidi didattici di cui all'articolo 13, comma 1, lettera b della legge 5 febbraio 1992, n.  104.

Art. 7 – Autorizzazione e validità dell'accordo

Il presente Accordo di Rete è autorizzato con deliberazione dei competenti Organi Collegiali delle singole Istituzioni Scolastiche afferenti al CTI.

Esso ha validità per n.3   anni dalla data di sottoscrizione ed è soggetto ad eventuali modifiche e integrazioni.

Art. 8 – Privacy

Le parti si impegnano a trattare i dati personali di cui vengono a conoscenza esclusivamente per gli adempimenti connessi al presente Accordo.

CONVITTO NAZIONALE “PIETRO GIANNONE” DI BENEVENTO

Rettore/Dirigente scolastico

Dott.ssa. Marina Mupo                  

  

  • IC “L.SETTEMBRINI” SAN LEUCIO S. BN
  • IC “G.MOSCATI” BN
  • IC “GB LUCARELLI” BN
  • IC “F.TORRE” BN
  • IC “PASCOLI” BN
  • IS “VIRGILIO” BN
  • IS “G.ALBERTI” BN
  • IS “G.GALILEI-M.VETRONE”” BN
  • IS “PALMIERI RAMPONE POLO” BN
  • LICEO CLASSICO “P.GIANNONE” BN
  • IS “G.GUACCI” BN
  • LICEO SCIENTIFICO “G.RUMMO” BN
  • IPSAR “LE STREGHE “ BN
  • IS “G.B.B.LUCARELLI “BN

Convitto Nazionale "P.Giannone" Benevento
Piazza Roma,27 - 82100 - Benevento (BN) 
https://www.convittonazionalebn@edu.it
email: bnvc01000a@istruzione.it 
pec: bnvc01000a@pec.istruzione.it 
codice Fiscale 80002810622

© 2018 prosoft srls - Tutti i diritti riservati.